updated 10:25 AM UTC, Oct 29, 2021

Ddl Zan, Renzi al contrattacco sullo stop. Accuse a Pd e M5S: "Responsabilità chiara, per mesi ho chiesto di trovare un accordo, hanno voluto lo scontro"

Matteo Renzi, leader di Italia Viva Matteo Renzi, leader di Italia Viva

Il senatore, leader di Italia Viva, peraltro assente al momento del voto, ironizza sugli alleati: "E dire che stavolta per loro era facile, più facile dei tempi di 'O Conte o morte'. Non importava conoscere la politica, bastava conoscere l'aritmetica" 


"Per mesi ho chiesto di trovare un accordo per evitare di far fallire il ddl Zan" che oggi ha avuto lo stop al Senato. "Hanno voluto lo scontro e queste sono le conseguenze. Chi polemizza sulle assenze dovrebbe fare i conti con i 40 franchi tiratori". Così Matteo Renzi ai suoi.

"La responsabilità di oggi è chiara: e dire che per Pd e Cinque Stelle stavolta era facile, più facile dei tempi di 'O Conte o morte'. Non importava conoscere la politica, bastava conoscere l’aritmetica".

Secondo i numeri, mancano tra i 14 e i 16 voti rispetto a quelli preventivati dal centrosinistra. Ma i nomi e i cognomi dei franchi tiratori, quella è tutta un'altra storia, coperta dal segreto dell'urna. Il Pd accusa i renziani di essere venuti meno alla parola data. Accusa che viene respinta da Italia Viva.

 

(Fonte: Adnkronos)

 

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.