John W. Ouderkirk è stato infatti escluso dal procedimento. Venerdì 23 luglio una corte d'appello della California ha stabilito che era ragionevole dubitare dell'imparzialità del giudice. E questo, a causa di un lavoro in sede privata con gli avvocati di Brad Pitt, che non aveva menzionato in sede di assegnazione. La corte si è quindi pronunciata a favore di Angelina Jolie e ha "squalificato" John W. Ouderkirk.

"La violazione dell'etica del giudice Ouderkirk, alla luce dei suoi recenti rapporti professionali con l'avvocato di Brad Pitt, potrebbe portare una persona obiettiva, informata di tutti questi fatti, a dubitare ragionevolmente della capacità del giudice di rimanere imparziale". Una decisione che segna un ritorno al punto di partenza della procedura di divorzio che dovrà ricominciare da capo con un nuovo giudice.

A maggio, il giudice incaricato di pronunciarsi sulla separazione di Brad Pitt e Angelina Jolie e che aveva anche celebrato il loro matrimonio in Francia nel 2014, aveva concesso all'attore l'affidamento congiunto dei loro figli. Una decisione che è stata poi revocata e dovrà essere decisa davanti a un nuovo giudice. La scelta di John W. Ouderkirk all'epoca non piacque all'attrice, che deplorava il suo rifiuto di ascoltare le testimonianze dei suoi figli. Secondo un documento legale risalente a dicembre 2020 e svelato da Us Weekly il 17 giugno, "tre dei bambini volevano testimoniare contro Brad Pitt" .

I due attori sono attualmente genitori di sei figli: Maddox (19), Pax (17), Zahara (16), Shiloh (15) e i gemelli Vivienne e Knox (13). "I bambini la cui custodia è in gioco sono abbastanza grandi per capire cosa sta succedendo", è scritto sul suddetto documento. Il processo avrà necessariamente un impatto emotivo su di loro. Sottoporre uno di questi bambini a quella che potrebbe essere una procedura inutile e nulla è più che ingiustificato. È crudele".

Nell'agosto 2020, l'eroina di Salt (2010), già sospettava un conflitto di interessi , ha rivelato il sito The Blast , che aveva accesso a documenti legali. Angelina Jolie ha accusato John W. Ouderkirk di non aver rivelato di essere responsabile di altri casi, sui quali stava lavorando anche Anne C. Kiley, uno degli avvocati di Brad Pitt. Secondo lei, il giudice non avrebbe "comunicato informazioni sui fascicoli che dimostrano l'attuale rapporto professionale tra il giudice e l'avvocato" di Brad Pitt.

Nella sua richiesta, Angelina Jolie ha affermato che non era essenziale che il conflitto di interessi fosse dimostrato per escludere il giudice dal procedimento. "Secondo la legge della California, basta che una persona sia a conoscenza dei fatti", questo può ragionevolmente porre un dubbio "sulla capacità del giudice Ouderkirk di rimanere imparziale", continua il documento. Il tribunale di Los Angeles si è pronunciato a favore della Jolie